Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Coalizione centro-sinistra/Mitte-links Koalition’

Nei giorni scorsi si sono tenuti alcuni dei previsti incontri di presentazione del progetto cittadella dello sport in Galizia, alle parti politiche, alle associazioni sportive ed ai commercianti; questi incontri culmineranno con la presentazione del progetto in un assemblea pubblica nel corso del mese di settembre. Il progetto posto in discussione  comprende come noto, la sede FC Südtirol (stadio e tre campo da allenamento) con annesso spazio commerciale di 5.000 mq (I. lotto funzionale), il nuovo lido comunale (II. lotto funzionale), un biotopo con area ricreativa (III. lotto funzionale), velodromo o palazzetto sportivo polivalente (IV. lotto funzionale).

Da dette presentazioni emerge uno scenario che definire carico di incertezze é forse riduttivo, vediamolo nel dettaglio.

Lotto I. La spesa necessaria per la realizzazione l’intero impianto é stimata in ca. 22 milioni di euro , al momento é risaputo che sono disponibili gli 11 milioni messi a disposizione dalla Provincia, 5 milioni di € circa verrebbero messi a disposizione da privati investitori (in cambio della parte commerciale) mancano quindi almeno 6 milioni di € il punto é che nessuno é in grado di indicare dove si potrebbero recuperare, l’unica certezza é che non potranno arrivare dalle casse comunali! Il presidente Baumgartner ha “assicurato” che nessun progetto di un certo rilievo partirebbe mai se si aspettasse di avere tutti i dettagli giá chiariti prima dare il via, viene da chiedersi se 6 milioni di euro mancanti possano essere definiti un semplice dettaglio!

Lotto II. Il nuovo lido a ovest della zona Galizia attuale é previsto venga realizzato con una cosiddetta convenzione urbanistica. Spiegato in parole povere si tratta di un contratto con l’amministrazione, per cui un privato potrá realizzare l’impianto natatorio a proprie spese, in cambio della possibilitá di realizzare cubature residenziali. Un idea interessante che va approfondita, ma purtroppo i tempi di un eventuale “concretizzazione”,  nella migliore delle ipotesi, vanno oltre al presente mandato amministrativo.

Lotto III. Il biotopo risulta giá inserito nell’attuale piano urbanistico, ma l’area é attualmente utilizzata a frutteto. Il progetto della cittadella lo prevede realizzato con un laghetto naturalistico, percorso ricreativo, parco giochi, ma …..in un primo incontro con la maggioranza, lo stesso  risultava a carico dell’FC Südtirol, ad un successivo incontro con i consiglieri comunali giá la cosa era messa in discussione, nell’incontro con le associazioni sportive poi il biotopo era infine classificato come ufficialmente in cerca di finanziatori!!.

Lotto IV. Il velodromo inserito nel progetto di massima é stato da subito “sacrificato” inizialmente per un palazzetto polivalente, ma piú probabilmente per integrare la dotazione di campi da calcio delle societá locali (visto che Baumgartner ha spiegato abbastanza chiaramente che queste non avranno accesso ai nuovi campi dell’FC Südtirol). Anche per questo lotto, come per i precedenti due, non é chiarito come e dove verranno recuperati i finanziamenti.

Centro sportivo provinciale In piú occasioni si é parlato di questa struttura che l’amministrazione provinciale ha inizialmente pensato per Caldaro, ma che é ancora in attesa di una definitiva collocazione. Secondo il presidente del comitato olimpico altoatesino Heinz Gutweniger si tratta una struttura pensata per gli sportivi altoatesini d’eccellenza, ma anche in generale per il tempo libero, campi sportivi, palestre, ecc.  un insieme di strutture ed impianti che risultano indubbiamente qualificanti per il territorio che potrá accoglierla. Laives con il proprio progetto di cittadella dello sport si potrebbe imporre come uno dei piú titolati pretendenti a tale strutture, ma anche in questo caso rimane una grande incertezza di fondo, la provincia per ora non si é espressa a riguardo per non inimicarsi le varie ulteriori “pretendenti”: Ora, Bronzolo, Bolzano, Bressanone, Brunico, San Candido/Dobbiaco, Caldaro, Laion, Lana,  Malles, Merano, Nalles, Naturno, Egna, Braies, Salorno, Vipiteno, Appiano/San Michele, Ortisei, Terlano, Tirolo e Ultimo

In conclusione abbiamo un I. lotto funzionale che gode di finanziamenti assicurati ed un probabile ritorno garantiro agli investitori privati dagli spazi commerciali, mentre sono messe pesantemente in forse TUTTE le strutture qualificanti che avrebbero mitigato le indubbie negativitá dello stadio FC Südtirol (principalmente legate all´ordine pubblico ed al traffico). Quindi ritengo si debba rinominare il progetto: non piú cittadella dello sport, ma piú coerentemente “cittadella del calcio” e credo che la nostra cittá non abbia alcun interesse ad una struttura esclusivamente di questo tipo.

Dr. Arch. Giorgio Zanvettor  (Consigliere Comunale)

Annunci

Read Full Post »

La Giunta a 5 non funziona? E allora lasciamola a 7 ma paghiamola come una giunta a 5. Questo é il senso della proposta che i VERDI hanno trasmesso oggi alla Sindaca.

Ci é stato detto che la riduzione dei costi della politica va benissimo, ma  che gli “equilibri politici” (o gli equilibrismi?) sono impossibili  da mantenere in una giunta ridotta, a questo punto proponiamo una riduzione del 20% delle indennitá mensili previste per la  Giunta e per il presidente del Consiglio comunale. La somma che si potrebbe risparmiare con questa soluzione nel corso del periodo amministrativo ammonta a 357.000 €  si tratta esattamente, al centesimo,  del risparmio derivante dal taglio di due assessori.

Si tratta di una proposta per noi VERDI importante, la riduzione dei costi della politica é infatti un tema che ci ha visti protagonisti da sempre, anche a livello provinciale e regionale. A tutti i partiti della coalizione offriamo una proposta concreta, immediatamente realizzabile e politicamente di forte spessore. È stato chiesto: “ma cosa faranno i VERDI se le loro proposte non saranno accettate”?

Naturalmente l’augurio é che questa proposta sia accettata e di piú, accolta con entusiasmo da tutti (mah, forse questa é veramente utopia !)  comunque non é prevista nessuna “ritorsione” per chi non vorrá aderire alla riduzione delle proprie indennitá, nessuna conseguenza quindi, se non quella che prima o poi, per tutti sará necessario confrontarsi su questa scelta con i propri elettori.

Read Full Post »

In serata si é tenuto il primo incontro della coalizione di centro-sinistra, principale punto all’ordine del giorno la discussione sulla proposta dei VERDI di riduzione dell’esecutivo da 7 a 5 membri.

La richiesta ufficiale dei VERDI è stata trasmessa ai partner di coalizione la settimana scorsa, riproposta nei giorni successivi sulla stampa e sempre sulla stampa, accolta con “freddezza” sia dalla sindaca, che dall’Obmann dell’SVP. Sindaca ed Obmann commentano che nel caso di giunta a 5 i singoli assessori dovrebbero accollarsi un “superlavoro” e che tale formula potrebbe rendere difficile il necessario equilibrio politico (politische Balance).

Inaspettatamente alla riunione di ieri non hanno partecipato i rappresentanti di UDC e SVP e ció ha reso l’incontro, in considerazione dell’importanza dell’argomento in discussione, sostanzialmente “interlocutorio”.

I nostri rappresentanti hanno comunque presentato la propria proposta ai partner di coalizione presenti. Tutti hanno riconosciuto l’importanza del tema posto in discussione dai VERDI, della necessitá di un segnale positivo da parte della politica, anche locale, in un periodo come quello attuale, caratterizzato dalla forte crisi economica ed in generale dalla montante sfiducia verso istituzioni.

Nessuno ha inoltre messo in dubbio, che la Giunta “corta” in termini sia prettamente amministrativi che organizzativi possa funzionare, ma invece grosse perplessitá sono state avanzate dai partner sulla possibilitá che questa soluzione possa garantire anche il necessario equilibrio politico.

La discussione é terminata con l’impegno a affrontare nuovamente l’argomento in presenza di tutta la coalizione.

Read Full Post »

Il gruppo dei VERDI ha inoltrato a Liliana di Fede ed alla coalizione che si appresta a governare Laives per i prossimi 5 anni, la richiesta ufficiale di adottare per il prossimo periodo amministrativo la formula della “giunta corta” riducendo in sostanza il numero dei membri di Giunta dai 7 attuali (sindaco + 6 assessori) a 5 (Sindaco + 4 assessori). Questa è una possibilitá che lo Statuto comunale (art. 23) giá prevede e che i VERDI ritengono costituirebbe un segnale positivo da parte di tutta la coalizione, in un periodo come quello attuale, caratterizzato dalla forte crisi economica ed in generale dalla montante sfiducia verso istituzioni.

Tale soluzione sembra peraltro sará adottata nel capoluogo. Il PD, ma anche la stessa SVP richiedono con forza a Spagnolli di ridurre da 11 a 7 i membri della propria Giunta. Il paradosso di avere Bolzano, con i suoi 100.000 abitanti, retto da una Giunta a 7 allo stesso modo di Laives che che al contrario di abitanti ne ha 17.000, sarebbe secondo il gruppo dei VERDI difficilmente argomentabile.

Read Full Post »

Eccoci alle prime valutazioni  post-elettorali. Con 2901 voti, la nostra coalizione è la prima di Laives con il 32.8 % delle preferenze, equivalenti a 10 consiglieri comunali. Un buon risultato considerando che per soli 20 voti abbiamo mancato l’undicesimo consigliere. Come VERDI resta il rammarico di non essere riusciti a confermare l’ottimo risultato della scorsa tornata infatti vediamo ridotto il numero dei nostri consiglieri da 3 a 2. I nuovi eletti sono Zanvettor Giorgio e Wieser Rosa Maria mentre Gianfranco Idini é risultato il primo dei non eletti.

Resta comunque la grande soddisfazione per aver creato in questi mesi una squadra fantastica, con un invidiabile spirito di gruppo, un capitale fondamentale su cui basare il lavoro futuro, un grandissimo grazie a tutti i 18 candidati e al loro meraviglioso impegno.

Come detto, la nostra candidata sindaca Liliana Di Fede, pur battendo nettamente il candidato della destra Christian Bianchi, deve affrontare il ballottaggio del 30.05.2010. La coalizione non ha infatti superato la soglia del 50%. Al momento quindi fervono i contatti per valutere i possibili ampliamenti della coalizione di centro-sinistra.

Naturalmente il partner piú verosimile sará l’SVP in un’ottica di continuitá con l’attuale maggioranza. La Sammelpartei deve comunque ancora sciogliere le riserve, deciderá a breve se e quale coalizione intende appoggiare.

Va sottolineato, che l’appoggio dell’SVP al primo turno (come avvenuto a Bolzano) con la coalizione di centro-sinistra, avrebbe evitato  il ballottaggio.

In definitiva se l’SVP decidesse di appoggiare Liliana di Fede, la coalizione di centro sinistra potrebbe contare su un totale di 16 voti costituendo quindi una maggioranza numericamente risicata.

PD 6, SVP  6, VERDI 2, IDV 1, LACIVICA 1

Read Full Post »

Oggi presso il Parco Marconi ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione della lista GRÜNE-VERDI-VËRC di Laives, sono intervenuti i rappresentanti provinciali Brigitte Foppa e Riccardo Dello Sbarba e la candidata sindaca Liliana di Fede.

Read Full Post »

Oggi abbiamo iniziato la raccolta delle necessarie sottoscrizioni che la legge elettorale prevede per presentare un gruppo politico alle elezioni del 16.05.2010.
Liliana di Fede la candidata sindaca della coalizione di centro-sinistra ci ha raggiunto.

Read Full Post »

Older Posts »