Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Giunta/Ausschuss’

taglio stipendi

Dalla discussione seguita in consiglio comunale alla ratifica della deliberazione di Giunta n. 277 dell’11.8.2015, é emerso definitivamente che la tanto sbandierata riduzione di stipendio della Giunta è tale, esclusivamente per il Sindaco,  per tutti gli altri componenti della Giunta si è trattato, molto  più prosaicamente di una riduzione di stipendio da ricondurre ad un impegno ridotto, una sorta quindi di part-time della giunta.

L’attuale normativa prevede infatti che sotto le 1.200 ore di attività annue, l’indennità venga automaticamente ridotta del 20%. Dalla delibera di Giunta n. 277 dell’11.8.2015, ratificata in Consiglio in data 1.9.2016, leggiamo testualmente:

…prendendo atto della rinuncia del sindaco del 20% di indennità di carica e del fatto che gli altri membri della Giunta svolgeranno il loro incarico a tempo parziale;

Sarebbe interessante sapere dal movimento 5 stelle se questa “riduzione” che abbiamo verificato effettivamente tale non è, soddisfi in qualche misura il terzo dei loro 14 punti programmatici che sono alla base dell’appoggio dei pentastellati al sindaco Bianchi.

3. Ridurre trasversalmente le indennità del 20% delle cariche di Giunta (da subito)

 

Annunci

Read Full Post »

 wpid-th.jpg

In occasione dell’ultimo consiglio ha suscitato una certa sorpresa l’appoggio “bipartisan” di 15 ordini del giorno presentati dalle opposizioni.
I documenti di voto auspicano il reperimento di fondi nei prossimi bilanci per una serie di progetti, si tratta di grossi interventi comunali come ad esempio la piazza cittadina, alcuni interventi di competenza provinciale (su cui il comune non ha possibilitá diretta di influenza) fino ad interventi di piccola manutenzione come l’imbiancatura delle aule scolastiche.

La Giunta ha relazionato sullo stato di avanzamento dei singoli interventi indicati, non è sempre semplice far comprendere, soprattutto a chi non vuole capire, che prima di arrivare all’opera finita, c’é bisogno di un lungo iter, spesso già attivato e presidiato, con tempi, risorse, contatti che richiedono attenzione e impegno. Non sempre poi, questi tempi dipendono dall’amministrazione, in modo particolare ciò è evidente per i progetti d’interesse provinciale e se necessario a volte si devono anche convocare consigli comunali d’urgenza, anche se alle opposizioni questo può non garbare.

 Al nostro gruppo Verde in particolare è arrivato l’attacco per la ciclabile in via Stazione, obiettivo indicato nel nostro programma elettorale, non ancora raggiunto.
Abbiamo spiegato come amministrare voglia dire anche scegliere, prendere ogni giorno decisioni importanti. In questo caso, ben sapendo che le disponibilità non permettevano entrambe le opere, abbiamo ritenuto fosse più importante puntare alla conclusione della riqualificazione a S.Giacomo con la ciclabile verso Bolzano. Al primo lotto realizzato nel 2010 sotto la regia dell’assessore Zanvettor, è seguito quindi il secondo ed il terzo che concluderà l’intervento fino al confine con il capoluogo è in avanzata fase di progettazione (entrambi questi lotti sono finanziati dal comune e realizzati dalla comunità comprensoriale).

 Anche se non serve un ordine del giorno (delle opposizioni) a ricordare il lavoro quotidiano per rendere migliore la nostra città, abbiamo votato i documenti delle opposizioni perché l’auspicio di maggiori strumenti per realizzare i progetti indicati negli ordini del giorno, ma non solo per quelli, è valido e deve essere valido, per la maggioranza come per le opposizioni.

Read Full Post »

Ieri sera si é tenuta la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale, alla presenza della stampa e di un numeroso pubblico, con i saluti di rito ed una certa, palpabile emozione, da parte soprattutto dei neo-eletti (ben 14 su 30).

Si é assistito al giuramento della Sindaca: “Giuro di essere fedele alla Costituzione, allo statuto di autonomia, alle leggi dello Stato, alle leggi della Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol e della Provincia autonoma di Bolzano e di adempiere ai doveri del mio ufficio nell’interesse esclusivo della collettività” ed alla successiva verifica della eleggibilitá dei consiglieri; a differenza di Bolzano (con l’esclusione del consigliere Rizzoli), tutto é filato secondo copione.

La successiva discussione sul programma amministrativo che ha visto diversi interventi sia di maggioranza che di opposizione, ha evidenziato una trasversale condivisione dei temi contenuti nel documento. L’opposizione si riserva di verificare nel concreto, il documento di dettaglio dei punti programmatici che la nuova Giunta dovrá presentare al consiglio entro i prossimi mesi, ma pur condividendo le linee di principio vota poi contro il documento (16 favorevoli, 10 contrari, 3 astenuti). Vengono poi ritirati i punti all’ordine de giorno relativi alla nomina della nuova Giunta, gli incontri infatti si susseguono quotidianamente, ma l’accordo non é ancora in vista.

Di  seguito é stata discussa una mozione di Laives Pro Leifers, relativa alla tipologia del futuro collegamento tra Pineta e la zona Galizia. È noto che a riguardo, all’interno della maggioranza esistono sensibilitá diverse, la mozione aveva l’intenzione di provocare e testare la tenuta della maggioranza su questo tema. Il documento é stato bocciato dalla maggioranza in quanto esplicitamente provocatorio e perché la decisione finale sul tipo di collegamento con Pineta deve correttamente essere demandato alla nuova Giunta, una volta costituita. Viene comunque giá adesso garantito che la decisione finale avverrá con un ampio coinvolgimento della stessa popolazione di Pineta.

Per concludere un ordine del giorno presentato dal consigliere rappresentante della lista civica Laives Futura (lista Grillo) viene ritenuto non ammissibile, e quindi non portato in discussione. Il documento conteneva un invito alla Sindaca ad adottare la formula della Giunta a 5 proposta  dai VERDI.

Read Full Post »

La Giunta a 5 non funziona? E allora lasciamola a 7 ma paghiamola come una giunta a 5. Questo é il senso della proposta che i VERDI hanno trasmesso oggi alla Sindaca.

Ci é stato detto che la riduzione dei costi della politica va benissimo, ma  che gli “equilibri politici” (o gli equilibrismi?) sono impossibili  da mantenere in una giunta ridotta, a questo punto proponiamo una riduzione del 20% delle indennitá mensili previste per la  Giunta e per il presidente del Consiglio comunale. La somma che si potrebbe risparmiare con questa soluzione nel corso del periodo amministrativo ammonta a 357.000 €  si tratta esattamente, al centesimo,  del risparmio derivante dal taglio di due assessori.

Si tratta di una proposta per noi VERDI importante, la riduzione dei costi della politica é infatti un tema che ci ha visti protagonisti da sempre, anche a livello provinciale e regionale. A tutti i partiti della coalizione offriamo una proposta concreta, immediatamente realizzabile e politicamente di forte spessore. È stato chiesto: “ma cosa faranno i VERDI se le loro proposte non saranno accettate”?

Naturalmente l’augurio é che questa proposta sia accettata e di piú, accolta con entusiasmo da tutti (mah, forse questa é veramente utopia !)  comunque non é prevista nessuna “ritorsione” per chi non vorrá aderire alla riduzione delle proprie indennitá, nessuna conseguenza quindi, se non quella che prima o poi, per tutti sará necessario confrontarsi su questa scelta con i propri elettori.

Read Full Post »

In occasione delle recenti riunioni di coalizione, si é affrontata la questione relativa alle competenze assessorili ed ai nomi dei membri della prossima Giunta.

Ancora una volta, da parte del nostro gruppo, si é sottolineata l’importanza di considerare la qualificazione e preparazione  professionale dei singoli candidati a ricoprire le diverse competenze assessorili.

In questo senso va inquadrata l’iniziale proposta dei VERDI relativa al nome di Giorgio Zanvettor,  ex assessore alla riqualificazione urbana, architetto che si occupa di urbanista presso la Provincia autonoma di Bolzano che si era dichiarato disponibile a mettere a disposizione della coalizione le proprie competenze per l’assessorato all’urbanistica ed edilizia privata.

Gli accordi che hanno avuto luogo tra il primo ed il secondo turno elettorale, hanno sostanzialmente sancito la rinuncia della coalizione di centro sinistra a sfruttare tale opportunitá, a seguito di tali accordi infatti l’SVP tiene saldamente in mano l’assessorato all’urbanistica con l’aggiunta delle competenze relative a Lavori Pubblici e patrimonio.

Sulla base di tali considerazioni, in occasione della prima seduta di coalizione, Giorgio Zanvettor ha ufficialmente comunicato  la propria rinuncia ad un posto nella futura Giunta per competenze diverse da quelle richieste.

Il  gruppo VERDE apprezza la coerenza dimostrata anche in questa occasione dall’ex assessore, il rammarico per la scelta personale di Zanvettor é comunque mitigato dalla consapevolezza che all’interno del gruppo dei VERDI non mancano le persone competenti, preparate e all’altezza di affrontare le prossime responsabilitá di governo.

Giorgio Zanvettor rimarrá in Consiglio comunale come capo-gruppo dei VERDI, mettendo la propria personale esperienza e preparazione a disposizione del prossimo assessore VERDE e di tutta la coalizione.

Read Full Post »