Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Ortsausschuss SVP’

Come noto nei giorni scorsi i Verdi hanno indicato Giorgio Zanvettor quale sostituto del proprio assessore Alberto Covanti.  I partiti della coalizione di centro sinistra hanno accettato e condiviso la scelta dei Verdi, con un unica eccezione, l’SVP, che al contrario, ha  posto un inaccettabile veto sulla persona indicata, minacciando di far cadere l’amministrazione di centro-sinistra di cui peraltro fa parte, se il nome di Zanvettor non fosse ritirato .

Ma qual’é il motivo di questa dura opposizione contro Giorgio Zanvettor? 

Ufficialmente si tratta di uno scritto contenuto in una pubblicazione elettorale che i Verdi hanno dato alle stampe in occasione delle elezioni amministrative 2010. Tale scritto é stato definito dall’SVP “altamente offensivo” per il loro partito e per l’ex Obmann Georg Forti. In realtá non é difficile capire che i veri motivi sono di altro tipo e vanno da una lotta di potere attualmente  in atto all’interno dell’SVP, all’insofferenza di alcune correnti nei confronti della sindaca, fino alla speranza di un buon risultato elettorale in caso di nuove elezioni.

Di seguito si riporta integralmente, il testo, “altamente offensivo”  che potrebbe portare Laives ad elezioni anticipate.

2010 – Laives é purtroppo l’unico Comune del comprensorio Oltradige-Bassa Atesina a non avere ancora un collegamento diretto con la ciclabile provinciale. Per il prossimo periodo amministrativo l’assessore a cui verrá assegnata la competenza di urbanistica e mobilitá, dovrá, al contrario di quanto avvenuto nel corso del 2005-2010, con Forti (SVP), porre la realizzazione delle piste ciclabili al primo posto delle proprie prioritá.

2010 – Leifers ist leider die einzige Gemeinde der Bezirksgemeinschaft Überetsch-Unterland ohne eine direkte Verbindung mit dem Landesradweg. Für die kommende Verwaltungsperiode muss der zuständige Referent für Raumordnung und Mobilität, die Realisierung von Fahrrouten als oberste Priorität setzen, nicht so wie es in den Jahren 2005-2010 unter Forti (SVP) erfolgt ist. 

Annunci

Read Full Post »

Comunicato stampa dei VERDI Provinciali

Laives: il “gruppo Forti” trascina l’Svp su una posizione irresponsabile

Risulta che l’Ortsausschuss della Svp di Laives abbia votato a maggioranza un veto contro la nomina del consigliere verde Giorgio Zanvettor a assessore della giunta di Fede. Si tratta di una inaccettabile ingerenza nelle scelte di un altro partito della coalizione che i Verdi respingono decisamente.

 Il veto contro Zanvettor è totalmente strumentale: il ”gruppo Forti”, che ha prevalso – seppur di poco – nella riunione, cerca in realtà ogni pretesto per aprire la crisi della giunta e provocare nuove elezioni.

 Chiediamo all’intera coalizione di Laives (compresa la parte dell’Svp che ha preso le distanze dalla decisione) di rispedire al mittente il veto del “gruppo Forti”, che non si fermerebbe certo di fronte a un cedimento ma cercherebbe presto un’altra occasione per mettere in crisi la giunta.

 Provocare nuove elezioni è una posizione irresponsabile: significherebbero un anno di stasi nella politica cittadina, durante il quale andrebbero perse importanti occasioni per la città, condivise anche dalla Svp, come il finanziamento delle nuove strutture sportive cittadine in zona Galizia, lo sblocco della zona sportiva in zona Rio Vallarsa, la riqualificazione della via Kennedy, la nuova piazza e così via.

 Esprimiamo il nostro pieno sostegno a Giorgio Zanvettor, persona stimata e conosciuta non solo a Laives nel campo dell’ambiente, dell’urbanistica e della pianificazione della città, il cui contributo sarà prezioso per una giunta comunale che deve affrontare col massimo slancio la seconda parte della consiliatura. Anche sotto questo aspetto appare totalmente strumentale il veto posto dal “gruppo Forti”, che respingiamo decisamente.

Riccardo Dello Sbarba                                                   Brigitte Foppa

Hans Heiss                                                                          Sepp Kusstatscher

Consiglieri provinciali                                                   Portavoci provinciali

Read Full Post »

Norbert Paoli é il ViceObmann dell’SVP e rappresentante dei contadini all’interno dell’Ortsauschuss (il comitato cittadino del partito) per questo motivo la sua presa di posizione relativa al progetto FC Südtirol, apparsa ieri sul quotidiano Dolomiten riveste una particolare rilevanza.

Per gentile concessione del quotidiano Dolomiten  – Articolo di Harald Knoflach  del 09.09.2010 (versione originale)

Un progetto due visioni – Costruzione nuovo stadio: l’Ortsausschuss SVP diviso sul progetto della zona

È quanto emerso nel corso della seduta dell’Ortsausschuss all’inizio di questa settimana: i 5 rappresentanti dei contadini oltre ad altri 4 membri, sono si sono dichiarati contrari al progetto cosí come presentato.

Per il vice-Obmann Norbert Paoli, lo studio ora in discussione si discosta molto da quanto stabilito alcuni anni fa con la decisione di massima di portare a Laives l’FC Südtirol; allora non era previsto ne il velodromo ne un centro commerciale. “Il progetto cosi come attualmente in discussione e per noi inaccettabile, troppi interrogativi non hanno ancora adeguata risposta”.  Il portavoce dei contadini nell’Ortsausschuss si riferisce soprattutto al grande dispendio di aree, 16 ettari ed alla questione finanziaria: “l’intera opera non costerá, come previsto,  23 milioni di Euro, ma andrá ben oltre i 30 milioni. A parte gli 11 milioni garantiti dalla Provincia, tutto il resto rimane poco chiaro. È illusorio poi ritenere che la previsione di un area commerciale possa integrare il finanziamento con ulteriori 15 milioni” sottolinea il portavoce dei contadini. “La localizzazione, peraltro non attrattiva, pregiudicherebbe la giá critica situazione commerciale locale.”

Il Vice Obmann, argomenta la sua valutazione basandosi sulla constatazione che a poca distanza, a Bolzano, stanno nascendo ultimamente diversi centri commerciali. Accanto alle perplesitá legate  ai finanziamenti ed al grande utilizzo di aree, rimangono per le voci critiche, molti interrogativi ancora senza risposta, come ad esempio la questione relativa ai costi di mantenimento.

“Cosa succederebbe ad esempio se un domani non dovesse piú esserci l’FC Südtirol?” si chiede Paoli. Altri aspetti da chiarire sono la possibilitá di utilizzo delle strutture per le associazioni locali, la situzione  del traffico attraverso la nuova strada di collegamento, l’ordine pubblico nei giorni di partita casalinga e il ruolo della via delle Part come via di fuga. “Se fosse previsto di ampliarla, ció porterebbe ad un maggiore utilizzo della stessa come scorciatoia, aumentando il traffico inutile attraverso S.Giacomo”.

Un altro punto affrontato da Paoli é in generale, la necessitá di un opera di questo tipo:”in periodi economicamente difficili come il presente, bisogna accantonare i progetti di “lusso” e questo a mio avviso rientra in tale categoria, privilegiando quelli utili e necessari, come ad esempio la nuova piazza cittadina. È necessario rivolgere una maggiore attenzione al quotidiano, alle questioni importanti per Laives ed i propi cittadini, evitando di ipotecare il futuro delle prossime generazioni. Non lo dico in qualitá di contadino, ma soprattutto di cittadino, molte persone, anche non contadini, si rivolgono a me in questo senso”.

Al contrario per l’Obmann Georg Forti  é deciso: „dobbiamo procedere. La decisione di fondo non puó essere cambiata, al massimo sará possibile qualche piccolo aggiustamento.“ Forti assicura comunque che alcuni interrogativi ancora aperti verranno chiariti nel prossimo Ortsausschuss: „si tratta degli effettivi costi dell’opera, del piano di finanziamento della stessa cosí come dei costi di esproprio.”

Read Full Post »