Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Programma amministrativo/Verwaltungsprogramm’

Il piano urbanistico comunale é lo strumento a cui la normativa urbanistica demanda “lo studio delle reti delle principali vie di comunicazione (piano generale del traffico) la razionale sistemazione, l’organico sviluppo dell’edificato, la giacitura e caratteristiche geologiche del suolo (piano delle zone di pericolo), le caratteristiche delle attività economiche locali prevalenti, nonché la topografia sociale del centro urbano, in modo da assicurare le migliori condizioni di abitabilità, di vita e di lavoro.” non a caso il piano urbanistico nel resto di Italia prende il nome di piano regolatore generale.

Questo strumento é quindi fondamentale per ogni comune, ma lo é ancora di più per la nostra città, dove nei decenni passati in modo rilevante si è fatta sentire la pressione abitativa di Bolzano che non trovando sbocchi nel capoluogo si é riversata nel comune adiacente.

La rielaborazione del PUC dovrebbe essere quindi, uno dei punti principali, se non il principale all’ordine del giorno di quest’amministrazione, ma purtroppo, così non è. Nella passata amministrazione si sono formalizzate le premesse per una rielaborazione integrale dello strumento, con incarico ad uno studio di professionisti la Veneto Progetti di Treviso (all’incarico si è arrivati tramite una procedura ad evidenza pubblica).

I progettisti hanno iniziato il proprio lavoro e fornito all’amministrazione comunale, indicativamente a maggio 2010, una prima bozza di PUC. Questa bozza di PUC è stata presentata, in data 18.10.2010, al relativo gruppo di lavoro costituito all’interno della maggioranza e da quel momento è sparita dall’agenda di governo, soppiantata da altre priorità.

A parziale giustificazione va detto che le intervenute dimissioni del vicesindaco Forti non hanno certo semplificato l’iter di discussione del documento, ma anche l’attuale assessore all’urbanistica Georg Zelger, in carica ormai da alcuni mesi (gennaio 2011), non si è certo contraddistinto per una diversa, maggiore sensibilità alla pianificazione urbanistica, rispetto al suo predecessore.

Come consigliere, ho più volte segnalato alla maggioranza, purtroppo senza risultati evidenti, l’importanza di riprendere immediatamente lo studio del PUC ; alla sua rielaborazione sono infatti collegati, tutta una serie di progetti/problematiche che attendono interventi concreti: la riqualificazione della via Kennedy, la nuova piazza, la questione dell’edilizia sociale, il nuovo lido, la tutela degli insiemi, le convenzioni urbanistiche.

Riaffrontare il tema vuole anche dire proporre/presentare lo stato dei lavori (gli studi preliminari) all’esterno, non a caso l’incarico alla Veneto Progetti prevede espressamente un certo numero di incontri con la popolazione e le parti sociali. Il mio è quindi un accorato appello a riprendere il cammino interrotto, per realizzare prima possibile quanto peraltro previsto nel nostro programma amministrativo:

“…nel periodo 2010 – 2015 si approverà il nuovo piano urbanistico comunale strumento fondamentale di definizione organica delle politiche di trasformazione urbanistica della nostra città. L’obiettivo della nostra amministrazione sarà quello di elaborare uno strumento urbanistico, che, adottando un approccio il più possibile di tipo partecipativo-comunicativo, risulti sia rappresentativo che efficace. Grande importanza, verrá quindi assegnata: agli incontri con la popolazione ed agli studi preliminari…”

Giorgio Zanvettor

Annunci

Read Full Post »

L'attuale zona sportiva Galizia

È partito ieri sera in consiglio comunale, il processo di condivisione delle informazioni relative al progetto della cittadella dello sport in zona Galizia. Le tappe di questo processo, vedranno la presentazione e discussione dello studio preliminare per la proposta cittadella dello sport, oltre che ai consiglieri comunali, ai rappresentanti delle associazioni sportive locali, alle associazioni dei commercianti e soprattutto in settembre a tutta la popolazione.

Una delle prime cose chiarite nell’incontro tra il presidente della societá calcistica Baumgartner ed i rappresentanti politici di maggioranza ed opposizione è stato che in ogni caso non si tratta di ratificare un progetto o una decisione giá presa. La societá FC Südtirol e l’amministrazione comunale hanno predisposto un idea progettuale di massima, ed intendono, (coerentemente con l’impegno contenuto nel programma di governo 2010-2015), avviare da subito un confronto il più aperto possibile con la popolazione.

Come noto, tutto é nato dall’esigenza della societá professionistica di calcio FC Südtirol di trovare la propria nuova sede, con strutture adeguate in termini tecnico/organizzativi per il campionato in cui milita attualmente (C1), ma anche per un eventuale passaggio ad una serie superiore (serie B) a cui detta societá non nasconde di puntare. La societá professionistica, ha trovato a Laives, nella zona Galizia, caratteristiche ideali per poter creare tale nuova sede. L’amministrazione Provinciale, con legge omnibus n. 4 del 2008, ha da parte sua stabilito che…. La Giunta provinciale è autorizzata a concedere al Comune di Laives un contributo straordinario fino ad un importo massimo di 11 milioni di euro per la realizzazione di un impianto sportivo, completo delle dotazioni e delle attrezzature previste dalle norme vigenti in materia di impiantistica sportiva, per la pratica sportiva del calcio, anche professionale…. e con l’approvazione dell’ultimo bilancio di previsione (2010) tali somme sono poi effettivamente state stanziate.

Quindi da una parte vi sono le esigenze e richieste della societá professionistíca, dall’altra le esigenze dell’amministrazione che sono la valorizzazione e riqualificazione della zona Galizia, ed in mezzo l’amministrazione provinciale che in ogni caso intende “limitare” il proprio intervento alla messa a disposizione degli 11 milioni di euro, (comunque un intervento non di poco conto) senza nessuna “ingerenza” nelle modifiche ai piani urbanistici o e soprattutto nella gestione di eventuali strutture.

L’idea progettuale presentata prevede un impianto multifunzionale (sportivo-ricreativo-commerciale) sviluppato su un totale di ca. 20 ettari collocati in zona Galizia tra Pineta e Laives. La sede dell’FC Südtirol si svilupperebbe su ca. 11,5 ettari, con uno stadio principale per 4000 posti (adeguato alla serie C1) ma eventualmente potenziabile fino a 8.000 posti (previsti per la serie superiore) oltre a 3 campi da allenamento. Nella struttura dello stadio verrebbe poi ad essere inserita una struttura commerciale per ca. 5.000 m². Per quanto riguarda la parte pubblica è poi prevista la realizzazione di un area ricreativa/biotopo di ca 1,2 ettari a ridosso dell’area cimiteriale, di un area di ca. 2,5 ettari per la realizzazione del nuovo lido comunale, e di ca. 1 ettaro per la realizzazione del velodromo.

Dal punto di vista giuridico è allo studio una PPP (pubblic-private partnership) sostanzialmente una convenzione che stabilirá come l’amministrazione, proprietaria dei terreni, potrá cedere il diritto di superficie ai privati che costruiranno (sede FC Südtirol, infrastrutture necessarie e biotopo), gestiranno successivamente le strutture per un congruo numero di anni, da stabilire appunto in convenzione, passandole poi nuovamente alla mano pubblica.

Il costo del lotto l’opera si aggirerá intorno ai 25 milioni di euro, comprensivi dell’acquisto dei terreni ed é comunque fino ad ora è chiaro che l’amministrazione non contribuirá finanziariamente in nessuna fase tanto meno in quella della gestione delle strutture, l’apporto dell’amministrazione é stato riferito, eventualmente si arrivasse alla realizzazione, si limiterá al sostegno logistico ed operativo per tutta l’operazione.

Read Full Post »

Partirá a breve in consiglio comunale, il processo di condivisione delle informazioni relative al progetto della cittadella dello sport in zona Galizia. Questo processo é stato fortemente voluto dai VERDI di Laives siamo, infatti, convinti che tutti debbano conoscere a fondo il progetto prima di poter esprimere pareri.

 Dal programma amministrativo: ……proseguimento dell’iter inerente la realizzazione da parte della Provincia della cittadella dello sport, coinvolgendo la cittadinanza, rendendo pubblico il progetto e dando adeguate informazioni. Nel caso di realizzazione della cittadella dello sport mantenere assolutamente le superfici già ora destinate a biotopo dagli strumenti urbanistici vigenti e degli spazi verdi pubblici fruibili da tutta la cittadinanza…..

 Le tappe di questo processo,  vedranno la presentazione e discussione dello studio preliminare per la proposta cittadella dello sport, oltre che con i consiglieri comunali, con i rappresentanti delle associazioni sportive locali, con le associazione dei commercianti e con tutta la popolazione.

Questi incontri vanno letti nell’ottica di rispetto degli impegni che l’amministrazione si é presa con il proprio programma amministrativo, ma anche come risposta all’accorato appello con richiesta di coinvolgimento ed informazione che alcuni cittadini avevano rivolto alla Giunta ed al Consiglio in occasione della propria prima seduta.

Read Full Post »