Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2015

Consegna documenti

Nella prossima seduta di consiglio comunale saranno discussi i seguenti documenti presentati da Fides a firma del consigliere Volani Dario

  • 26/09/2015 Mozione – Accoglienza di una famiglia di profughi  – 09/2015 – file PDF
Annunci

Read Full Post »

Consegna documenti

Nella prossima seduta di consiglio comunale saranno discussi i seguenti documenti presentati da Verdi e Fides a firma congiunta dei consiglieri Zanvettor Giorgio e Volani Dario

  • 25/09/2015 Interrogazione – Indennità di carica amministratori  – 08/2015 – file PDF

Read Full Post »

Consegna documenti

Nella prossima seduta di consiglio comunale saranno discussi i seguenti documenti presentati dai Verdi a firma del consigliere Zanvettor Giorgio

  • 20/09/2015 Mozione – Pista ciclabile sovracomunale – 06/2015 – file PDF
  • 22/09/2015 Interpellanza – Aree di sosta a pagamento per autocaravan – 07/2015 – file PDF

Read Full Post »

taglio stipendi

Dalla discussione seguita in consiglio comunale alla ratifica della deliberazione di Giunta n. 277 dell’11.8.2015, é emerso definitivamente che la tanto sbandierata riduzione di stipendio della Giunta è tale, esclusivamente per il Sindaco,  per tutti gli altri componenti della Giunta si è trattato, molto  più prosaicamente di una riduzione di stipendio da ricondurre ad un impegno ridotto, una sorta quindi di part-time della giunta.

L’attuale normativa prevede infatti che sotto le 1.200 ore di attività annue, l’indennità venga automaticamente ridotta del 20%. Dalla delibera di Giunta n. 277 dell’11.8.2015, ratificata in Consiglio in data 1.9.2016, leggiamo testualmente:

…prendendo atto della rinuncia del sindaco del 20% di indennità di carica e del fatto che gli altri membri della Giunta svolgeranno il loro incarico a tempo parziale;

Sarebbe interessante sapere dal movimento 5 stelle se questa “riduzione” che abbiamo verificato effettivamente tale non è, soddisfi in qualche misura il terzo dei loro 14 punti programmatici che sono alla base dell’appoggio dei pentastellati al sindaco Bianchi.

3. Ridurre trasversalmente le indennità del 20% delle cariche di Giunta (da subito)

 

Read Full Post »

child-holding-parents-hands

In occasione dell’ultima seduta di consiglio su una mozione del gruppo ecosociale che chiedeva l’introduzione del registro pubblico sulla bigenitorialitá, la maggioranza si é spaccata, votando in ordine sparso. A favore del registro, oltre ai partiti di opposizione, si sono espressi anche i due rappresentanti del movimento 5 stelle, contrario il resto del consiglio. La mozione ecosociale con 13 voti a favore e 13 contrari non é purtroppo passata.

Cosa significa “bigenitorialità”, questa parola poco conosciuta e anche un po’ difficile da pronunciare….. rappresenta un ovvietà, ossia “il principio etico in base al quale un bambino ha una legittima aspirazione, ed un legittimo diritto a mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori, anche nel caso questi siano separati o divorziati”.

La “bigenitorialità” è un principio consolidato da tempo in altri ordinamenti europei ed è presente anche nella “Convenzione sui diritti dei fanciulli” sottoscritta a New York il 20.11.1989 e resa esecutiva in Italia con L. 176 del 1991. In Italia, la legge 54/2006, riconosce il principio della bigenitorialità attraverso l’affido condiviso, per i figli di coppie separate anche non sposate. L’art. 337 ter del Codice Civile dice testulmente: ”

“Il figlio minore ha il diritto di mantenere il rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno dei genitori, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare i rapporti significativi con gli ascendenti e con i propri parenti di ciascun ramo genitoriale”

La bigenitorialità però, a tutt’oggi rimane quasi del tutto inapplicata nel suo significato più profondo e senza sufficienti tutele per il rispetto del suo stesso principio fondamentale ovvero il legittimo diritto DEI FIGLI a mantenere un rapporto stabile con entrambi i genitori. In tale direzione va l’iniziativa per l’istituzione del registro della bigenitorialità. L’istituzione del Registro, pur senza alcuna rilevanza ai fini anagrafici, consente ad entrambi i genitori di legare la propria domiciliazione a quella del proprio figlio residente nel comune. In questo modo, le istituzioni che si occupano del minore possono conoscere i riferimenti di entrambi i genitori, rendendoli partecipi delle comunicazioni che riguardano il figlio. Può essere utile alla scuola, nei reparti di neuropsichiatria infantile o in tutte quelle situazioni in cui la rilevanza dell’informazione, necessita l’avviso di entrambi i genitori.

http://www.bigenitorialita.eu

Read Full Post »