Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2015

seppi-sindaco

                                                                                        Il “vero” Sindaco di Laives

Per la conferma dell’analisi politica che il nostro consigliere ha svolto in occasione della prima seduta di consiglio comunale (min. 56:20) basta leggere la pagina di Laives del quotidiano Alto Adige e la stessa pagina della Dolomiten.
Le due diverse versioni versioni sono sufficienti per rendersi conto di come qualcuno pensa di poter prendere in giro la popolazione.
Infatti quello che per l’AA è un patto “misterioso” tra Sindaco ed SVP che ha prodotto un’appoggio esterno senza approvazione del programma amministrativo, diventa invece qualcosa di molto concreto sulle pagine della Dolomiten con tanto di nomi e cognomi e firma in calce tra le parti. Quella che sull’AA è una mera presenza SVP a titolo etnico in giunta, diventa una delega ben specifica su settori strategici della politica comunale. Quello che è un appoggio esterno, quasi un estraneità dei consiglieri comunali SVP, diventa invece una precisa richiesta a dare ad alcuni di loro in mano gli interessi etnici di cose molto care alla SVP come ad es. gli asili in madrelingua tedesca, la parrocchia (tedesca), la casa di riposo ed una non meglio precisata altra lista di cose che strada facendo si vedrà.

Insomma abbiamo un Sindaco a metà ed un accordo politico sottobanco. Un vero “incredibile” laboratorio politico e che le basi per tale laboratorio siano garantite con l’appoggio politico del M5S, è difficile da comprendere a chiunque, probabilmente anche dai loro stessi elettori.

Annunci

Read Full Post »

Nella serata di ieri i rappresentanti di Verdi e Fides si sono trovati in assemblea per definire la propria comune futura strategia politica. A larghissima maggioranza la coalizione ecosociale ha escluso incondizionatamente un sostegno, sia presente che futuro, al sindaco Bianchi ed alla sua inedita coalizione con destra, Lega e SVP con l’appoggio esterno del movimento 5 Stelle.

Nell’attuale scenario politico, in quello che viene definito il “laboratorio politico” di Laives, va delineandosi una evidente, sferzata destra. Nel corso dell’assemblea di ieri candidati e sostenitori dei due gruppi hanno ribadito l’assoluta l’incompatibilitá con tale scenario e l’incolmabile distanza della filosofia ecosociale dalle posizioni populiste e xenofobe di gruppi come la Lega di Salvini.

È stata inoltre stigmatizzata in generale la pericolosa scelta di campo dell’SVP, ma soprattutto il puerile tentativo di definire il proprio coinvolgimento ad esclusivo titolo etnico. Una presenza in giunta con un assessore (vice sindaco), la discussione di punti programmatici e deleghe specifiche ai propri consiglieri comunali sono la dimostrazione inequivocabile di una scelta dell’SVP che, indipendentemente da come viene definita, nulla altro rappresenta se non una scelta assolutamente e convintamente politica.

Il gruppo ecosociale preannuncia quindi la propria opposizione alla nascente coalizione di destra. La nostra sará una opposizione ferma, puntuale, ma al contempo costruttiva, in difesa dei valori ecosociali nel rispetto del mandato dei propri elettori.

Read Full Post »