Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2015

La proposta è quella di intitolare il parco chiamato oggi “Odar” a Don Luigi Simoni. Tempo fa per riconoscerne  il merito di aver inciso nella storia della comunità di Laives, gli era stata intitolata la passeggiata “Landgraben” (che potrebbe riprendere il proprio toponimo). Ora possiamo riportare Don Luigi a “casa sua”, in quel luogo che lui per primo aveva trasformato da campo di patate in spazio aperto per il gioco con l’aiuto di tanti ragazzi di allora, ora 70/80enni.

Il parco è quasi pronto, decisamente più bello di quanto c’era fino a poco fa, grazie alla collaborazione degli uomini della Ripartizione foreste della Provincia. Non possiamo però esprimere la nostra soddisfazione per un’opera che secondo noi non risponde a pieno ai desideri e ai bisogni di Laives e di chi l’ha assiduamente frequentata fino ad oggi.

Serviva uno spazio verde, un prato dove potersi muovere, un “vuoto” da riempire con la propria corsa e creatività, dove poter giocare, dove mettendo due maglie per terra continuare a poter fare una partita di pallone, dove i tantissimi ragazzi che frequentano il Grest, potessero ancora organizzare grandi giochi.

È stato realizzato qualcosa più bello da vedere che da usare. Un giardino da guardare più che da usare. Mancano spazi ampi dove far giocare quella ventina di giovani che si trovavano quotidianamente in uno dei pochi grandi spazi liberi della città. Abbiamo insistito nei tanti incontri e confronti con i colleghi in Giunta, così come nello scambio di opinioni con gli esperti. Poi chi è competente ha indirizzato la realizzazione in altro modo. Torna un tema tra chi crede nell’immagine e chi nella sostanza.

Il dispiacere nasce anche dal fatto che erano stati Verdi, fides e Civica per Pineta a richiedere un investimento per questo luogo e ne avevano fatto la loro priorità in un bilancio approvato qualche anno fa.

Dario Volani (fides) Giorgio Zanvettor (Verdi)

Annunci

Read Full Post »

vecchio municipio

Uno dei temi più “caldi” di questa campagna elettorale sarà presumibilmente la piazza di Laives e di riflesso, il destino del vecchio municipio.

Nel programma amministrativo di verdi-fides si può leggere:

“… si tratta di capire cosa intendiamo per “piazza” e se il progetto originario è ancora attuale e necessario, visto l’ingente impegno economico prospettato.
Noi vogliamo che diventi luogo di incontro , di vita, di ritrovo della comunitá. Per questo riteniamo particolarmente interessante uno spazio per una biblioteca plurilingue che sia aperto e consenta alla gente di stare insieme, fermarsi, condividere interessi e tempo.”

Condivido naturalmente questa visione e sono convinto che la piazza possa e debba diventare luogo di incontro, di vita, di ritrovo della comunitá; sono altrettanto convinto che l’attuale progetto rappresenti solo una delle possibili soluzioni per raggiungere tali obiettivi. Esistono molte altre opzioni per creare in questa parte di cittá un luogo dove la gente possa appunto stare insieme, fermarsi, condividere interessi e tempo.

È risaputo che l’esistente progetto del cosiddetto comparto pubblico, cioé la zona che comprende la chiesa, il parcheggio, il nuovo ed il vecchio municipio, prevede l’abbattimento dell’edificio del vecchio municipio, la costruzione di un parcheggio interrato e la creazione di una piazza. Non é altrettanto noto che questa visione d’insieme diventerá più concreta entro il termine della legislatura. È previsto infatti che a brevissimo vada in approvazione il piano di attuazione, cioé il documento tecnico urbanistico che delinea operativamente, cosa e come, verrá realizzato nel comparto pubblico.

Ritengo che portare a conclusione l’iter del piano di attuazione in scadenza di periodo amministrativo, non sia né utile né corretto. Questo piano d’attuazione vincolerá infatti la prossima amministrazione, qualsiasi essa sia, precludendo la possibilitá di valutare altre soluzioni,  prima fra tutte quella della partecipazione della popolazione alla decisione stessa.

Arch. Giorgio Zanvettor
Assessore ai servizi comunali, edilizia abitativa agevolata e partecipazione popolare

 

Read Full Post »

programma amministrativo

Programma amministrativo

Il partito Verdi-Grüne-Vërc-Sel e la lista civica “fides” hanno consegnato la documentazione necessaria per poter partecipare alle elezioni del prossimo 10 maggio.

Il candidato Sindaco sostenuto dalle due liste è Dario Volani, scelto attraverso le primarie che si sono tenute il 6 e 7 marzo scorso.

La forte collaborazione nata nel corso di questi ultimi 5 anni (insieme facevano parte del gruppo consigliare “Penta”) e la condivisione di valori, obiettivi, stili, attenzioni ha permesso di costruire un programma significativo e condiviso e di creare un clima di confronto e collaborazione davvero notevole.

Read Full Post »