Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2010

Come giá ribadito la posizione della maggioranza sul tema é quella contenuta nel programma amministrativo recentemente approvato: ……proseguimento dell’iter inerente la realizzazione da parte della Provincia della cittadella dello sport, coinvolgendo la cittadinanza, rendendo pubblico il progetto e dando adeguate informazioni. Nel caso di realizzazione della cittadella dello sport mantenere assolutamente le superfici già ora destinate a biotopo dagli strumenti urbanistici vigenti e degli spazi verdi pubblici fruibili da tutta la cittadinanza.

Da parte di qualcuno, questa posizione, viene definita come un inversione di tendenza, soprattutto dei VERDI, rispetto a quanto portato avanti nella precedente legislatura. Niente di piú errato, costoro dimenticano infatti (soprattutto chi era presente in consiglio nella passata amministrazione), le innumerevoli occasioni in cui questa sensibilitá é stata dimostrata “sul campo” dal nostro gruppo. Giova ricordare a questo riguardo, che nella passata amministrazione, é risultata molto apprezzata la procedura partecipativa utilizzata nell’ambito della progettazione del nuovo Parco Marconi, quella attuata nella progettazione delle aree verdi in zona scolastica di Laives o nei vari, riusciti, interventi di eliminazione dell barriere architettoniche, ma soprattutto, va ricordato che é grazie all’intervento diretto dei VERDI (relatore  l’ex assessore Zanvettor) che il Comune di Laives si é dotato di un regolamento sulla partecipazione popolare (06/2008) ed in precedenza (10/2006) anche del  regolamento per i referendum comunali.

Annunci

Read Full Post »

In occasione dell’ultima seduta del Consiglio comunale, alcuni cittadini di Laives,  S.Giacomo e Pineta hanno consegnato a tutti i membri del consiglio una nota con cui, riferendosi al progetto della cittadella dello sport in Galizia, lamentano una generale mancanza di informazione.

Noi VERDI condividiamo, riteniamo infatti che sia fondamentale che un progetto cosí importante sia dal punto di vista sociale che economico-strutturale sia presentato, discusso ed ampiamente condiviso dalla popolazione giá a partire da queste primissime fasi.

È anche per questo motivo che il programma amministrativo, che é stato recentemente approvato, contiene precise indicazioni per una linea che é esattamente quella auspicata dai cittadini che hanno sottoscritto la lettera consegnata ieri.

Ecco un estratto dal programma amministrativo……proseguimento dell’iter inerente la realizzazione da parte della Provincia della cittadella dello sport, coinvolgendo la cittadinanza, rendendo pubblico il progetto e dando adeguate informazioni. Nel caso di realizzazione della cittadella dello sport mantenere assolutamente le superfici già ora destinate a biotopo dagli strumenti urbanistici vigenti e degli spazi verdi pubblici fruibili da tutta la cittadinanza.

Read Full Post »

Ieri sera si é tenuta la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale, alla presenza della stampa e di un numeroso pubblico, con i saluti di rito ed una certa, palpabile emozione, da parte soprattutto dei neo-eletti (ben 14 su 30).

Si é assistito al giuramento della Sindaca: “Giuro di essere fedele alla Costituzione, allo statuto di autonomia, alle leggi dello Stato, alle leggi della Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol e della Provincia autonoma di Bolzano e di adempiere ai doveri del mio ufficio nell’interesse esclusivo della collettività” ed alla successiva verifica della eleggibilitá dei consiglieri; a differenza di Bolzano (con l’esclusione del consigliere Rizzoli), tutto é filato secondo copione.

La successiva discussione sul programma amministrativo che ha visto diversi interventi sia di maggioranza che di opposizione, ha evidenziato una trasversale condivisione dei temi contenuti nel documento. L’opposizione si riserva di verificare nel concreto, il documento di dettaglio dei punti programmatici che la nuova Giunta dovrá presentare al consiglio entro i prossimi mesi, ma pur condividendo le linee di principio vota poi contro il documento (16 favorevoli, 10 contrari, 3 astenuti). Vengono poi ritirati i punti all’ordine de giorno relativi alla nomina della nuova Giunta, gli incontri infatti si susseguono quotidianamente, ma l’accordo non é ancora in vista.

Di  seguito é stata discussa una mozione di Laives Pro Leifers, relativa alla tipologia del futuro collegamento tra Pineta e la zona Galizia. È noto che a riguardo, all’interno della maggioranza esistono sensibilitá diverse, la mozione aveva l’intenzione di provocare e testare la tenuta della maggioranza su questo tema. Il documento é stato bocciato dalla maggioranza in quanto esplicitamente provocatorio e perché la decisione finale sul tipo di collegamento con Pineta deve correttamente essere demandato alla nuova Giunta, una volta costituita. Viene comunque giá adesso garantito che la decisione finale avverrá con un ampio coinvolgimento della stessa popolazione di Pineta.

Per concludere un ordine del giorno presentato dal consigliere rappresentante della lista civica Laives Futura (lista Grillo) viene ritenuto non ammissibile, e quindi non portato in discussione. Il documento conteneva un invito alla Sindaca ad adottare la formula della Giunta a 5 proposta  dai VERDI.

Read Full Post »

La Giunta a 5 non funziona? E allora lasciamola a 7 ma paghiamola come una giunta a 5. Questo é il senso della proposta che i VERDI hanno trasmesso oggi alla Sindaca.

Ci é stato detto che la riduzione dei costi della politica va benissimo, ma  che gli “equilibri politici” (o gli equilibrismi?) sono impossibili  da mantenere in una giunta ridotta, a questo punto proponiamo una riduzione del 20% delle indennitá mensili previste per la  Giunta e per il presidente del Consiglio comunale. La somma che si potrebbe risparmiare con questa soluzione nel corso del periodo amministrativo ammonta a 357.000 €  si tratta esattamente, al centesimo,  del risparmio derivante dal taglio di due assessori.

Si tratta di una proposta per noi VERDI importante, la riduzione dei costi della politica é infatti un tema che ci ha visti protagonisti da sempre, anche a livello provinciale e regionale. A tutti i partiti della coalizione offriamo una proposta concreta, immediatamente realizzabile e politicamente di forte spessore. È stato chiesto: “ma cosa faranno i VERDI se le loro proposte non saranno accettate”?

Naturalmente l’augurio é che questa proposta sia accettata e di piú, accolta con entusiasmo da tutti (mah, forse questa é veramente utopia !)  comunque non é prevista nessuna “ritorsione” per chi non vorrá aderire alla riduzione delle proprie indennitá, nessuna conseguenza quindi, se non quella che prima o poi, per tutti sará necessario confrontarsi su questa scelta con i propri elettori.

Read Full Post »

In serata si é tenuto il primo incontro della coalizione di centro-sinistra, principale punto all’ordine del giorno la discussione sulla proposta dei VERDI di riduzione dell’esecutivo da 7 a 5 membri.

La richiesta ufficiale dei VERDI è stata trasmessa ai partner di coalizione la settimana scorsa, riproposta nei giorni successivi sulla stampa e sempre sulla stampa, accolta con “freddezza” sia dalla sindaca, che dall’Obmann dell’SVP. Sindaca ed Obmann commentano che nel caso di giunta a 5 i singoli assessori dovrebbero accollarsi un “superlavoro” e che tale formula potrebbe rendere difficile il necessario equilibrio politico (politische Balance).

Inaspettatamente alla riunione di ieri non hanno partecipato i rappresentanti di UDC e SVP e ció ha reso l’incontro, in considerazione dell’importanza dell’argomento in discussione, sostanzialmente “interlocutorio”.

I nostri rappresentanti hanno comunque presentato la propria proposta ai partner di coalizione presenti. Tutti hanno riconosciuto l’importanza del tema posto in discussione dai VERDI, della necessitá di un segnale positivo da parte della politica, anche locale, in un periodo come quello attuale, caratterizzato dalla forte crisi economica ed in generale dalla montante sfiducia verso istituzioni.

Nessuno ha inoltre messo in dubbio, che la Giunta “corta” in termini sia prettamente amministrativi che organizzativi possa funzionare, ma invece grosse perplessitá sono state avanzate dai partner sulla possibilitá che questa soluzione possa garantire anche il necessario equilibrio politico.

La discussione é terminata con l’impegno a affrontare nuovamente l’argomento in presenza di tutta la coalizione.

Read Full Post »

In occasione delle recenti riunioni di coalizione, si é affrontata la questione relativa alle competenze assessorili ed ai nomi dei membri della prossima Giunta.

Ancora una volta, da parte del nostro gruppo, si é sottolineata l’importanza di considerare la qualificazione e preparazione  professionale dei singoli candidati a ricoprire le diverse competenze assessorili.

In questo senso va inquadrata l’iniziale proposta dei VERDI relativa al nome di Giorgio Zanvettor,  ex assessore alla riqualificazione urbana, architetto che si occupa di urbanista presso la Provincia autonoma di Bolzano che si era dichiarato disponibile a mettere a disposizione della coalizione le proprie competenze per l’assessorato all’urbanistica ed edilizia privata.

Gli accordi che hanno avuto luogo tra il primo ed il secondo turno elettorale, hanno sostanzialmente sancito la rinuncia della coalizione di centro sinistra a sfruttare tale opportunitá, a seguito di tali accordi infatti l’SVP tiene saldamente in mano l’assessorato all’urbanistica con l’aggiunta delle competenze relative a Lavori Pubblici e patrimonio.

Sulla base di tali considerazioni, in occasione della prima seduta di coalizione, Giorgio Zanvettor ha ufficialmente comunicato  la propria rinuncia ad un posto nella futura Giunta per competenze diverse da quelle richieste.

Il  gruppo VERDE apprezza la coerenza dimostrata anche in questa occasione dall’ex assessore, il rammarico per la scelta personale di Zanvettor é comunque mitigato dalla consapevolezza che all’interno del gruppo dei VERDI non mancano le persone competenti, preparate e all’altezza di affrontare le prossime responsabilitá di governo.

Giorgio Zanvettor rimarrá in Consiglio comunale come capo-gruppo dei VERDI, mettendo la propria personale esperienza e preparazione a disposizione del prossimo assessore VERDE e di tutta la coalizione.

Read Full Post »

Il gruppo dei VERDI ha inoltrato a Liliana di Fede ed alla coalizione che si appresta a governare Laives per i prossimi 5 anni, la richiesta ufficiale di adottare per il prossimo periodo amministrativo la formula della “giunta corta” riducendo in sostanza il numero dei membri di Giunta dai 7 attuali (sindaco + 6 assessori) a 5 (Sindaco + 4 assessori). Questa è una possibilitá che lo Statuto comunale (art. 23) giá prevede e che i VERDI ritengono costituirebbe un segnale positivo da parte di tutta la coalizione, in un periodo come quello attuale, caratterizzato dalla forte crisi economica ed in generale dalla montante sfiducia verso istituzioni.

Tale soluzione sembra peraltro sará adottata nel capoluogo. Il PD, ma anche la stessa SVP richiedono con forza a Spagnolli di ridurre da 11 a 7 i membri della propria Giunta. Il paradosso di avere Bolzano, con i suoi 100.000 abitanti, retto da una Giunta a 7 allo stesso modo di Laives che che al contrario di abitanti ne ha 17.000, sarebbe secondo il gruppo dei VERDI difficilmente argomentabile.

Read Full Post »